giovedì, novembre 17, 2005

Il Vino/2


Ecco la seconda blog-puntata della rubrica sul vino.Vi presento un vino che ho conosciuto in un ristorante di Firenze un paio di anni fa e mai piu' dimenticato.
Morellino di Scansano
Dal colore compatto ed impenetrabile, al naso si esprime con un bouquet variegato e composito, accattivante e fresco con i sentori di viola e di marmellata di ribes e mirtilli in primo piano, a cui fanno seguito le note di liquirizia dolce, di corteccia di china, noce moscata, tabacco biondo ed un accenno finale di vaniglia. In bocca appare pieno, "carnoso" avvolgente, morbido, accattivante per dolcezza d'espressione e una struttura tannica pronunciata ma rotonda. Bella la persistenza, con ritorni gusto-olfattivi continui e coerenti di frutti rossi, ed un fugace apparire e fulmineo scomparire di una debole nota ammandorlata a riprova dell'importanza della materia prima utilizzata. Morellino ai massimi livelli e senza ombra di dubbio eccezionale!!!
Perfetto in abbinamento a selvaggina e cacciagione, su un roast beef, oppure su grigliate, braciole, spiedini e tutto quanto può arricchire e rendere gustoso un barbecue serale
Va servito a 18 gradi centigradi. Il bicchiere ottimale è il calice di cristallo trasparente, liscio e incolore.

1 Comments:

Anonymous citteboom said...

sersommelliergio!

2:33 PM  

Posta un commento

<< Home